Archivi categoria: Articoli

Fatti, news ed eventi di rilievo locale o nazionale su cui l’Associazione ha preferito esprimere un opinione

CENA DI NATALE E FINE ANNO 2019

Si conclude con un grande successo, alla tradizionale cena natalizia, un altro anno fantastico insieme ai nostri soci. Un sentito ringraziamento agli oltre 100 partecipanti e agli Alpini Palazzolo per l’ospitalità.

Un ringraziamento a Va.Be.Sa.Gi per l’offerta del viaggio premio.

#AvantiMOS #MOSpalazzolo #BuoneFeste

No alla violenza sulle donne

L’Associazione MOS, in occasione del 25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, per sensibilizzare la popolazione su un tema molto importante ha deciso di posizionare, sul balcone della sede che da verso Piazza Roma, dei drappi e palloncini rossi in segno di solidarietà.

Interrogazione Consiliare “Impianto idroelettrico Calepio”

Interrogazione Consiliare “Impianto idroelettrico Calepio” per il Consiglio Comunale del 28/11/2019

CONSIDERATO CHE

– Numerosi cittadini hanno rivolto al sottoscritto e al nostro gruppo politico segnalazioni in merito ad importanti lavori lungo le sponde del fiume Oglio, aventi come oggetto la realizzazione di un impianto idrelettrico denominato Calepio, con importante opera di derivazione dell’acqua del fiume Oglio.

– Nelle commissioni Territorio ed Edilizia della corrente legislatura non è stato affrontato il tema.

– Non è stata data alcuna comunicazione al pubblico, se non dopo il nostro intervento sui canali web e social, e comunque in data 28 ottobre, a fronte di una data di inizio lavori del 25 settembre 2019.

– L’impatto dell’opera, e del cantiere realizzativo, è sicuramente degno di interesse e meritevole di una discussione il quanto più possibile condivisa visto le possibili ripercussioni ambientali, economiche ed energetiche

SI INTERROGA IL SINDACO E/O L’ASSESSORE DI RIFERIMENTO PER SAPERE:

1. Perché la delibera n.128 del 16/09/2019 non è mai pervenuta via PEC ai Consiglieri di minoranza?

2. In che modo i lavori, che interessano il territorio comunale, sono stati avviati senza il vaglio né della Commissione Territorio né della Commissione Edilizia?

3. Chi sono stati gli interlocutori, oltre la parte interessata e le amministrazioni comunali coinvolte, nella/e “Conferenza/e dei Servizi”?

4. A quanto ammonta il salto idrico e l’aumento del livello dell’acqua allo sbarramento? In rapporto al livello dell’argine del fiume sulla sponda bresciana?

5. Perché si è deciso di avvallare questo progetto? E perché lo si è avvallato alle condizioni già rese note a mezzo stampa dall’Ammanistrazione?

Interrogazione Consiliare “Area coworking PDH Palazzolo”

Interrogazione Consiliare “Area coworking PDH Palazzolo”, per il consiglio comunale del 28/11/2019

CONSIDERATO CHE lo spazio “Area coworking PDH Palazzolo” è uno spazio comunale;

CONSIDERATO CHE negli ultimi mesi abbiamo constatato l’andamento delle attività nell’area in oggetto;

CONSIDERATO CHE già con la richiesta accesso agli atti del 22/10/2018, prot. N.32232, chiedemmo informazioni senza ricevere però risposte esaustive in merito;

TENUTO CONTO della Delibera Giunta Comunale n.31 del 14/03/2017, rinnovo del Comodato gratuito dell’Unità immobiliare di propietà comunale sita nell’edificio commerciale – direzionale di via Europa – Piano n.1;

SI INTERROGA IL SINDACO E/O L’ASSESSORE DI RIFERIMENTO PER SAPERE:

1. Qual è l’affluenza giornaliera, settimanale, mensile e annuale dello spazio PDH?

2. E’ ancora in essere la convenzione tra il Comune di Palazzolo e la Società PDH srl?

3. A quanto ammonta l’investimento iniziale per la sistemazione dell’immobile, costi complessivi?

4. E’ stato aperto un bando per la gestione dello spazio considerato che è di proprietà comunale?

5. Chi ha in carico il costo delle utenze del PDH Palazzolo Centro Fidelio, Viale Europa, 36/G?

6. Chi gestisce gli eventuali introiti delle singole postazioni di coworking?

Lavori per impianto idroelettrico sul fiume Oglio

Lasciano senza parole le condizioni che si sono create nel Fiume Oglio, poco a nord del viadotto ferroviario, sulla nostra sponda e su quella di Castelli Calepio.

Su segnalazione dei cittadini, preoccupati per il viavai di mezzi pesanti, siamo andati a verificare di persona la situazione e siamo rimasti spiazzati. Da quanto apprendiamo, è in corso la realizzazione di una centrale idroelettrica, con derivazione d’acqua dal Fiume Oglio. I lavori interessano entrambe le sponde, e per quanto riguarda la nostra città insistono su terreni di proprietà del Comune. L’impatto ambientale è notevole, è stato realizzato un terrapieno che attraversa e blocca il fiume in tutta la sua larghezza. Sul luogo si notano numerosi pesci sguazzare e agitarsi nel fango a lato della barriera.

VI SEMBRA NORMALE CHE NESSUNO SAPPIA NULLA DI TUTTO QUESTO?

Da sempre siamo favorevoli ad un’idea di idroelettrico sul Fiume Oglio, presente anche nel nostro programma elettorale, ma qui stiamo parlando di ben altro. Che iter ha seguito questo progetto? Com’è possibile che per lavori di questa entità non sia stata data notizia, se non alle minoranze, quanto meno ai cittadini? Si passa il tempo e si utilizzano pagine e pagine di quotidiani per comunicare anche il NULLA, e nessuno si preoccupa di spiegare questa situazione, che solleva parecchie questioni? In cosa consiste il vantaggio, se c’è, per il nostro Comune? Come mai non è stata data notizia della Conferenza dei Servizi?

Dalle notizie provenienti dai pescatori, apprendiamo addirittura di un ponte medievale ricoperto con uno strato di calcestruzzo e installazione di guard rail… Visto l’assenza di pubblicità, anche istituzionale, che è stata data a questa vicenda ci auguriamo che chi di dovere stia vigilando sull’applicazione corretta delle prescrizioni che, per forza di cose, un progetto del genere ha richiesto.

Stiamo seguendo con attenzione la vicenda, vi teniamo aggiornati.