CIAO WALTER!

Oggi è un giorno molto triste per tutti noi. Abbiamo pregato perché questo giorno non arrivasse mai…

Questa mattina il nostro amico Walter Raccagni ci ha lasciato.

Ci sono momenti in cui trovare le parole è veramente difficile, il silenzio prende il sopravvento. I ricordi di un guerriero, un amico di mille avventure, un pilastro dei MOS, riemergono ma non colmano questo vuoto improvviso… Il cuore dei MOS oggi piange, sono lacrime di tristezza, lacrime di dolore.

Un abbraccio forte al figlio Mattia e alla moglie Nadia.
Che la terra ti sia lieve Walter…❤️

Sette anni insieme, sempre in prima linea a combattere per gli ideali e per la tua Città. Tutta Palazzolo ti rende omaggio perché negli anni ti sei impegnato con dedizione, impegno e forte senso civico.

Noi oggi piangiamo un amico, un guerriero, un uomo con il quale abbiamo condiviso mille battaglie. Piangiamo un pilastro dei Mos che negli anni ha saputo conquistare l’affetto di tutti. Generoso, juventino fino al midollo, fiero Alpino a Merano nella mitica fanfara della Brigata Alpina Orobica, adoravi organizzare momenti ludici per stare in compagnia.

Incarnavi lo spirito del camerata. Scorrendo le immagini delle innumerevoli gite da Brescia a Roma, da Trieste alla Slovenia, dai gazebi e battaglie sociali passando per le elezioni, i ricordi riempiono la memoria e alleviano il dolore rendendo speciale i momenti vissuti insieme.

Oggi nel tuo ultimo viaggio ti vogliamo ricordare così, con lo sguardo di chi ci accompagnerà per sempre 🖤…

Riposa in pace Walter

#MosPalazzolo 🇮🇹

Messaggio relativo all’epidemia covid-19

In questo momento molto difficile per l’intera comunità il gruppo MOS Palazzolo si mette a disposizione delle autorità competenti per rendersi utile alla causa. E’ una situazione molto complessa, difficile sia dal punto di vista umano che sociale.

Gli operatori sanitari ed i volontari lavorano quotidianamente per cercare di arginare il Covid-19, o Coronavirus, e noi nel nostro piccolo dobbiamo seguire le indicazioni fornite dal Ministero della Salute:
• Evitare luoghi affollati;
• Evitare contatti ravvicinati mantenendo la distanza di 1m;
• Lavare costantemente le mani con acqua e sapone o usare un gel a base alcolica;
• Evitare di toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
• Evitare le strette di mano e gli abbracci;
• Coprire bocca e naso con fazzoletti monouso quando si starnutisce o tossisce. Altrimenti usare la piega del gomito;
• Rimanere in casa ed uscire solo se strettamente necessario.

Data l’importanza di questa emergenza tutto il resto diventa secondario. La zona rossa cambierà inevitabilmente il nostro modo di vivere. Gli operatori rischiano la loro vita per salvare gli infetti, noi abbiamo il dovere di essere accorti ed eseguire quanto ci viene richiesto. Lo dobbiamo fare per limitare la diffusione del Coronavirus e soprattutto per tutelare i nostri famigliari, i nostri genitori, i nostri figli, i nostri nonni, i nostri parenti tutti, i nostri amici.. lo dobbiamo fare per tutelare l’intera comunità.

C’è la necessità di ragionare non in prima persona singolare, ma in prima persona plurale!

Ci appelliamo al senso di responsabilità di ognuno, chiedendoVi la massima collaborazione. Sappiamo che è un momento oggettivamente difficile, ma mai come oggi dobbiamo essere comunità ed aiutarci l’un l’altro.

Oggi non esistono partiti, colori politici o diatribe varie. Oggi bisogna remare tutti nella stessa direzione per portare la barca fuori da una tempesta che nessuno di noi né conosceva né aveva mai vissuto.

Comprendiamo la preoccupazione di tutti i concittadini ma l’atteggiamento che dobbiamo assumere in questo momento dev’essere di cooperazione e solidarietà. Palazzolo Resiste!
Insieme, uniti, torneremo alla normalità!

Presidente MOS, Marco Pagani
Consiglere comunale MOS, dott. Alessandro Mingardi

#MosPalazzolo #Coronavirus

Quanto ci costa eliminare il natale? Oltre 300€ al giorno

306,66€ al giorno, per un totale di 4600€ durante i 15 giorni dal 15 al 29 dicembre. Questo è quanto è costata ai contribuenti l’installazione in piazza Roma, per tramite dei fondi di Regione Lombardia.

Se a questa cifra aggiungiamo i 1400€ di valorizzazione personale dell’associazione promotrice, superiamo il costo complessivo di 6040€. 402,66€ al giorno.

Sono queste le cifre in gioco. Non tanto per fare i conti in tasca a qualcuno (anche se le tasche in questo caso sono di tutti noi contribuenti), ma per smontare la retorica “benaltrista” e da falso “buon padre di famiglia” di Zanni e della sua giunta che, in consiglio comunale, ha candidamente ammesso di non aver voluto sperperare denaro pubblico in addobbi natalizi per destinarlo ad altri scopi.


Risparmiare denaro comunale per prenderlo dai contribuenti della Regione è sicuramente una mossa astuta, ma risparmiateci almeno la melensa retorica del denaro pubblico impiegato per più nobili scopi.

INQUINAMENTO AMBIENTALE

La situazione dell’ex Fonderia di Quintano, al confine con il territorio palazzolese, da diversi anni presenta molteplici problematiche. Il gruppo MOS Palazzolo ha più volte cercato di sensibilizzare sia l’opinione pubblica che l’Amministrazione comunale in merito ad un’area che desta molte preoccupazioni ai cittadini residenti nella zona adiacente. Dopo aver sentito tanti proclami ed aver visto pochissime azioni concrete in merito, in data 23 settembre 2019 il Consigliere comunale dei MOS, Alessandro Mingardi ha inviato un esposto alla Procura di Brescia.

A seguito i cittadini residenti e il Consigliere hanno presentato congiuntamente una denuncia relativa all’Eternit presente nell’area. È inopportuno aggiungere ulteriori dettagli perchè le indagini sono ancora in essere.Siamo presenti sul territorio e da sempre vicini ai cittadini, queste azioni sovracomunali lo dimostrano. Vi aggiorneremo nonappena possibile.

#MosPalazzolo #MenoParolePiùFatti