Interrogazione Consiliare “Unità Cinofila di Palazzolo sull’Oglio”

Oggetto: Interrogazione Consiliare “Unità Cinofila di Palazzolo sull’Oglio”.

Con la presente il sottoscritto Marco Pagani, nato il 5 febbraio 1978 a Calcinate (BG) e residente in via Nazario Sauro 5 a Palazzolo sull’Oglio (BS), in qualità di Consigliere comunale (capogruppo) della Lista MOS Palazzolo – Fratelli d’Italia

CHIEDE

Al Presidente del Consiglio Comunale di inserire nell’Ordine del Giorno del prossimo Consiglio Comunale la seguente interrogazione consiliare “Unità Cinofila di Palazzolo sull’Oglio”.

CONSIDERATO CHE all’inizio del mese di agosto il nostro gruppo consiliare ha pubblicamente mostrato a mezzo stampa l’insufficiente spazio abitativo che l’Amministrazione ha riservato al cane poliziotto AKI;

PRESO ATTO del posteggio di un container davanti all’ingresso dello spazio riservato al cane poliziotto;

TENUTO CONTO che da anni lamentiamo uno scarso utilizzo dell’Unità Cinofila, sia all’interno dei parchi pubblici che lungo gli spazi verdi del Fiume Oglio;

SI INTERROGA IL SINDACO E/O L’ASSESSORE DI RIFERIMENTO
PER SAPERE:

  1. L’Amministrazione ha dotato il cane poliziotto di uno spazio a norma di legge?
  2. Quante volte al giorno, settimana, mese viene utilizzata l’Unità Cinofila?
  3. Quali sono stati gli interventi dell’Unità Cinofila negli ultimi 2 anni?

Consigliere Comunale
Marco Pagani

SALVAGUARIDAMO IL TESSUTO COMMERCIALE LOCALE!

📄COMUNICATO STAMPA MOS-FDI 🖊

Un’altra attività commerciale palazzolese chiuderà i battenti a fine anno. Dopo il Torrazzo, Mencanta, Piazza Roma, Forneria081 e Sfizi di Bià, oggi ha comunicato la chiusura entro fine anno anche il Ristorante Yugen. Un’attività che negli ultimi 7 anni aveva di fatto riqualificato Piazza Castello e trasformato quello che era diventato un luogo di degrado, insicurezza e spaccio, in un posto ricercato ai piedi della Torre del Popolo. Lo Yugen era riuscito nell’intento di ridare vita ad un luogo abbandonato a sé stesso attraverso il lavoro ed il coraggio di giovani volenterosi. Un ristorante di alta qualità specializzato in piatti giapponesi e cocktail drink in grado di attrarre in Città clientela diversa anche da comuni e province differenti, un valore aggiunto. Una chiusura che, come tutte le altre, fa male perché impoverisce la nostra città ed in particolare modo il quartiere Castello. Non chiude solo un’attività ma un punto di riferimento ed il rischio che quella piazza torni nel degrado è, a fronte anche delle mediocri politiche sulla sicurezza, un pericolo molto elevato. Si vocifera in Città che nei prossimi 30 giorni altre attività del centro storico potrebbero chiudere.

Le attività commerciali solitamente hanno una loro vita e chiudono per svariati motivi, detto ciò sono 10 anni che l’Amministrazione di sinistra bistratta e snobba le attività commerciali presenti sul territorio (allegato A). Lo dimostrano le fallimentari politiche di “Ri-Voglio” ed un mancato capitolo specifico a bilancio per sostenere il tessuto commerciale. Resistono le poche attività storiche mentre le altre serrande sono tutte abbassate con la scritta affittasi/vendesi nel degrado generale. Questa è la realtà ed è sotto gli occhi di tutti. Le attività commerciali in alcuni casi lasciano spazio a società di servizi (es. agenzie interinali). In alcune zone si sono formati dei veri e propri ghetti che senza una visione d’insieme difficilmente si potranno recuperare. I quartieri di Mura, Riva e Calci, vivono nel deserto generale, grazie alle poche attività rimaste, mentre in Piazza vi è un fuggi fuggi sempre più frequente e preoccupante.

Politiche miopi di chi non conosce i sacrifici dei commercianti che decidono di mettersi in gioco. Negli anni hanno preferito sostenere pseudo associazioni culturali (“abbastanza schierate”) piuttosto che puntare su una sana e lungimirante politica a salvaguardia del tessuto commerciale. A mezzo stampa hanno venduto “fumo” senza sostanza e adesso il problema torna al centro dell’Opinione Pubblica. Ricordiamo che ad oggi il Distretto del Commercio tanto conclamato si è smarrito sui fogli di carta.

La morale è sempre la stessa: una città morta con le attività commerciali che continuano a chiudere anche perché NON sostenute da politiche attive. Aggiungiamo che quelle attività che eroicamente resistono non sono adeguatamente supportate (es. plateatico, eventi ecc.). Dal ragionamento sono ovviamente esclusi i contributi nazionali, regionali e comunali (es. bando ripartiamo insieme), legati alla pandemia Covid-19 e quindi contributi emergenziali. Le attività consiliari da noi promosse nell’ultimo decennio hanno, in contrasto con le amministrazioni, sempre cercato di tutelare i commercianti perchè contribuenti fondamentali in una logica di Città viva ed attrattiva!

È il caso di dire che su questo tema e non solo la pochezza amministrativa è in continuità, l’avevano promesso e lo stanno mantenendo. Palazzolo merita di più. Non abbiamo bisogno solo di brave ma di persone capaci e lungimiranti!

Chiederemo formalmente in Consiglio comunale, cosa intenda fare nei prossimi anni l’attuale Amministrazione per rilanciare il commercio.

Chiudiamo ringraziando tutte le attività che resistono alle pandemie, agli imprevisti e.. a tutto il resto!

Allegato A: a titolo informativo alleghiamo un link con le nostre iniziative/proposte in merito al Commercio.

Link Allegato A: https://mospalazzolo.it/2022/06/07/piu-vita-piu-commercio-piu-turismo/?fbclid=IwAR0BkN9TQI41kK5_eJJhfgtOcbUZknq38rlRtV_48swUXcS8-nkujUnkbVs

Gruppo consiliare
MOS Palazzolo – Fratelli d’Italia

Grazie Maestro Ghidotti

La Città di Palazzolo sull’Oglio oggi perde uno dei suoi esponenti più apprezzati ed amati. Se n’è andato il Maestro Francesco Ghidotti, ex Sindaco, indimenticabile Maestro di scuola, ricercatore e divulgatore storico appassionato della storia sua Città!

L’amore per la propria Città lo ha portato a dedicarle la maggior parte dels uo tempo sia sul piano politico che culturale. Fu lui ad avviare la Biblioteca Civica e ad ottenere da Giacinto Ubaldo Lanfranchi la donazione del Fondo Antico (1966): un patrimonio culturale cittadino che il Maestro ha amato e curato per tutta la sua vita. Fu sempre lui, con la stessa passione per la storia, a creare la Fondazione Cicogna Rampana di cui divenne Presidente e che sotto la sua guida divenne centro propulsore di mostre, convegni, pubblicazioni e molto altro per diffondere la conoscenza della storia locale con intelligenza e quella sottile ironia che lo caratterizzavano.

Del suo grande lavoro come ricercatore restano molti libri e interviste, diversi filmati e anche un sito internet – https://www.tiraccontopalazzolo.it/ che lui creò in occasione del suo 80esimo compleanno – preziosi per tutta la comunità.

Il gruppo MOS Palazzolo nel 2018 organizzò una sua mostra personale di quadri all’interno della nostra sala espositiva. Un evento che ancora oggi ricordiamo con orgoglio, per l’emozione di aver potuto collaborare con un cittadino che ha realmente inciso nella storia palazzolese in più settori e durante il corso degli anni.

A nome di tutti, il gruppo MOS Palazzolo si stringe attorno alla famiglia Ghidotti in questo momento di dolore e saluta con riconoscenza e affetto uno dei suoi cittadini più illustri.

Grazie di cuore e buon viaggio Maestro Ghidotti.

CENA DI NATALE 2022!

🎄CENA DI NATALE 2022🎁

Venerdì 2 dicembre il gruppo MOS/FDI organizza la consueta Cena di Natale. Un momento conviviale per scambiarci gli auguri e condividere del tempo insieme. La cena si terrà presso il Ristorante “Cascina Fossandere” in via Magri 24 a Capriolo (BS). A seguire vi sarà la nostra super tombolata con ricchi premi fra cui un viaggio per due persone offerto dall’Agenzia VaBeSaGi Viaggi.

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione.I bambini potranno usufruire di un Menù speciale!

“Se ci diamo la mano, i miracoli si fanno
e il giorno di Natale durerà tutto l’anno.” G.R.

#MOSpalazzolo#Natale2022#cenadinatale#politica#fdipalazzolo#2dicembre#bellezzadistareinsieme

ANALISI ELEZIONI POLITICHE 2022

Comunicato Stampa del gruppo MOS Palazzolo a firma del Consigliere comunale Marco Pagani. Analisi elezioni nazionali del 25 settembre 2022.

“Il gruppo MOS Palazzolo ringrazia i n.10598 cittadini palazzolesi che domenica 25 settembre 2022 hanno trovato cinque minuti, nel corso della giornata, per recarsi alle urne a votare. Votare è un diritto ma anche un dovere ed il 74,89% dei palazzolesi ha dimostrato di avere sia grande senso civico che interesse per le sorti della nazione. La media dell’affluenza nazionale è stata del 63,90%, dieci punti percentuali in meno rispetto a Palazzolo s/O.

Ci uniamo ai ringraziamenti del Circolo Fratelli d’Italia “G. Zanelli” di Palazzolo sull’Oglio per i n.3108 aventi diritto che hanno deciso di riporre in Fratelli d’Italia e in Giorgia Meloni la loro fiducia. Fratelli d’Italia a Palazzolo sull’Oglio è il primo partito con il 31,51% dei votanti. Un risultato storico, straordinario, che premia le capacità, le competenze ma soprattutto la coerenza della nostra leader Giorgia Meloni.

Il voto ha dimostrato che in città la maggioranza della popolazione è di centrodestra con il 60% dei consensi pari a n.5764 voti. Il centrosinistra si ferma al 25% dei consensi con n.2225 voti, sommati agli altri voti d’area: n.856 voti del Terzo Polo (8,68%), n.547 voti del M5S (5,54%), n.94 voti di Italia Sovrana Popolare (0,95%), n.88 voti di Unione Popolare (0,89%); si arriva a poco più di 3800 voti.

Un dato importante che dovrebbe fare riflettere è il seguente:

– Elezioni comunali giugno 2022, affluenza 53,50% pari a n.8043 votanti;

– Elezioni nazionali settembre 2022, affluenza 74,89% pari a n.10598 votanti.

A distanza di soli tre mesi si sono recati alle urne n.2500 votanti in più rispetto alle comunali.

Il centrodestra dovrebbe effettuare profonde analisi e riflessioni in merito a questi dati. Noi di fronte a questi numeri intendiamo fare il “Mea Culpa” per non avere avuto il coraggio di proseguire con la strada tracciata negli anni precedenti. Nei mesi scorsi abbiamo deciso di prendere delle scelte sofferte pensando che potessero essere le migliori per la Città ma è evidente, dall’affluenza e dalle percentuali del centrodestra, che i cittadini avrebbero preferito altro.

Domenica i cittadini hanno votato per il cambiamento e per la coerenza, cambiando gli equilibri politici su tutto il territorio. Preso atto dei numeri attuali ripartiamo da dove avevamo lasciato pochi mesi fa, certi che la strada lasciata fosse la migliore e quella da cui rilanciare l’attività locale con passione, determinazione e coraggio.

Il centrosinistra palazzolese nel corso del mandato dovrà tenere conto dei nuovi equilibri.

Continueremo ad essere opposizione costruttiva per il bene della Città attraverso il gruppo consiliare MOS/FDI, con gli alleati proseguiremo il dialogo e la collaborazione istituzionale, consci del fatto che da oggi Fratelli d’Italia è il primo partito d’Italia ed il primo partito della città.”

#elezioni2022#AnalisiVoto

Link di approfondimento con i dati di Palazzolo sull’Oglio:
https://www.comune.palazzolosulloglio.bs.it/content/elezioni-politiche-2022