Commemorazione del Capitano Giovanni Zanelli, eroe palazzolese!

Questo slideshow richiede JavaScript.

scritto dallo storico locale Gio Piovanelli

Il 10 novembre 1963, esattamente 53 anni fa, moriva in un incidente il Capitano Giovanni Zanelli.

L’elicottero con il quale portava soccorso ai sopravvissuti del disastro delle diga del Vajont, urtò il cavo di una teleferica -non segnalato- nei pressi di Erto. Con lui morirono anche due tecnici che lo accompagnavano.

Per questa vicenda tragica, fu insignito alla memoria, della medaglia d’Argento al valore civile dal Sindaco di Roma on.Valter Veltroni.

Zanelli nacque a Palazzolo sull’Oglio (Brescia) il 31 luglio 1911.

La famiglia si trasferì a Milano dopo pochi anni ed il piccolo Giovanni si iscrisse alla prestigiosa palestra di ginnastica artistica “Pro Patria” dove si distinse da subito per la vigoria e la eccellente attitudine alla discipline artistiche (anelli, salto con l’asta, sbarra ecc..).

La sua carriera di ginnasta di levatura nazionale, tra l’altro era amico e sodale dell’olimpionico Savino Guglielmetti, termina con la grande affermazione vincendo l’ennesima medaglia d’oro il 14/6/1931 nella prestigiosa “Targa Lampertico Seniores”.

Nello stesso luglio del 1931 entra nella Scuola di Aereoturismo di Taliedo conseguendo il brevetto di pilota di 2° grado.

Nel maggio 1932 vince un concorso ed entra nell’aereonautica militare guadagnandosi il grado di Sergente pilota venendo assegnato al 3° Stormo Caccia di Bresso (Mi).

Nel 1936 viene assegnato al 10° Stormo Bombardamento dove, per meriti viene promosso Maresciallo pilota e istruttore.

Date le sue doti aviatorie entra a far parte degli equipaggi prescelti in vista della visita di Hitler dell’8 maggio 193. In quella occasione ricevette un encomio e la medaglia di bronzo al valore.

Poco prima del conflitto viene assegnato al 12° Stormo (i leggendari Sorci Verdi) di stanza a Littoria partecipando alla campagna francese e successivamente con l’intero stormo si trasferisce a Rodi di  base di Gondura nel Dodecaneso partecipando a numerose e difficili missioni di bombardamento sulla flotta inglese e sul porto di Alessandria.

Per queste missione pericolose e audaci nel Mediterraneo  riceve altre due medaglie di bronzo.

Sciolto poi il 12° Stormo viene assegnato al famoso “Gruppo Klinger” di bombardieri pesanti.

Nel 1941 entra a far parte dei servizi aerei speciali come capo equipaggio avendo inoltre la promozione ad aiutante di battaglia ricevendo ancora una medaglia d’argento al valore e tre croci al merito di guerra e due promozioni sul campo.

Nel febbraio 1945 viene promosso Ufficiale Sottotenente per meriti speciali presso il 46° stormo di Pisa.

Nel 1954 fu tra i primi piloti di elicotteri in Italia .

Si congeda successivamente con il grado di capitano passando ai servizi aerei del gruppo Eni lavorando per quella società in terre lontane. Ritorna in Italia, fino al fatale giorno di quel mattino del 10 novembre 1963 dove la morte lo coglie mentre era in volo di generoso soccorso alle popolazioni sconvolte dalla tragedia della diga.

L’Arma Aeronautica lo stava richiamando in servizio con il grado di Maggiore, ma il destino e il fato vollero diversamente.

Il 1 aprile 2002 la città di Roma per mano del sindaco Veltroni ha consegnato la medaglia d’Argento al valor civile nelle mani della vedova sig.ra Ada Anzellotti.

Palazzolo, sua città natale, gli ha dedicato una via nella zona artigianale presso la rotonda di viale Europa e il riconoscimento civico alla memoria nel 2004.

I Mos e i responsabili dell’Associazione arma aeronautica, hanno commemorato l’eroe leggendo una poesia in onore del capitano e depositando due rose (una rossa e l’altra bianca) sotto la targa che intotola la via. Considerato che il Museo dei Ricordi di Guerra locale non è stato dedicato a nessuno, ci auguriamo che il Capitano possa essere il prescelto.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...